giovedì 28 giugno 2012

ha colpito ancora...

Credo che il giardiniere abbia colpito ancora a mia insaputa...ricominciano a cadere uccellini....anche se la signora dei papaveri dice che i merli sono particolarmente imbranati fra ieri e oggi sono altri tre gli aspiranti suicidi  che ho raccolto e trasportato in infermeria.
Si, perchè la signora dei papaveri ha una vera e propria infermeria dove li cura  fino a quando non sono in grado di essere autonomi.
Oggi me l'ha fatta vedere insieme alla stanza dove imparano a volare...giuro che non avevo mai visto una cosa del genere. Per i più scettici...che credono sia un po' pinocchietta ecco qui l'ultimo piccoletto trovato per terra stamattina. Ho dovuto lasciarlo fino alle 11 nella scatola perchè sono andata in cimitero dai miei genitori e anche perchè la signora dei papaveri non si alza mai prima di quell'ora...o per lo meno non si vede fuori casa.
 


Come mi avvicinavo col dito apriva il becco perchè aveva fame molto probabilmente, ma siccome lei mi diceva che bisogna essere molto cauti nel provare all'inizio da dar loro da mangiare, mi sono limitata a dargli col cucchiaino dell'acqua zuccherata.  Questo è abbastanza grandino in confronto a Gigetto...il batuffolino senza piume di qualche settimana fa, ma..aspettate e guardate qui sotto...

 

Questo è Gigetto. Quando l'ho raccolto era una una cosina coperta da quattro piume e becco sempre spalancato dalla fame . Era talmente piccolo che anche Brunella pensava che sarebbe morto. E invece eccolo qui...che mangia e beve.
Ogni ora a lui e gli altri degenti vengono imboccati e dissetati fino al giorno delle dimissioni. Nell'infermeria adesso ci sono 3 merlotti, una cinciallegra e uno storno, oltre a un coniglio nano che le hanno gettato qualche giorno fa nel giardino. Dimenticavo i 18 gatti...più grossi dei miei cani e logicamente tenuti lontano dai volatili... circa 150 cocorite, un centinaio di bengalini e canarini....
Pazzesco vero ?
...ma non ha proprio nulla nulla da fare tutto il giorno...le sue giornate le passa così: animali, fiori e piante e meditazione e uccellini.
Adesso mi verrebbe una battuta...ma siccome non è proprio per niente una battuta ma la verità, è meglio che stia zitta.

Il ricamo della tovaglietta di Claudia sta andando avanti, disfo ...faccio qualche punto...non mi piace come ho teso il filo...ridisfo...
ma ecco la farfalla che sta prendendo forma...ho ancora molto da imparare, ma non pensavo di riuscirci e quindi non finirò mai di ringraziare claudia per la pazienza e l'aiuto che mi ha dato e continua a darmi.

 

 

Oggi ha messo in rete il nuovo ricamo della striscia : la lavanda.

E questo ha fatto andare in estasi mia sorella che adora questa pianta insieme alle ortensie.
Mi fai questo? Oh che bella la tovaglietta!
Insomma altre cose deliziose da provare a fare.


In questi giorni sto leggendo tre libri...poi ci saranno i commenti e i pezzi da scrivere.
Intanto vi  consiglio La ricetta segreta della felicità Sugar and Spice di Jules Stanbridge.
"Madeleine, sta cercando di uscire da un periodo molto difficile: ha da poco subìto un aborto e, anche per questo, il suo matrimonio ha iniziato un percorso in discesa conclusosi con una richiesta di divorzio. Ciò non le ha impedito di mantenere ottimi rapporti con l’ex marito .Ha un lavoro che non ama particolarmente  ma che le permette di viaggiare, comprare scarpe italiane quando una giornata gira storta e di avere un’ Audi con gli interni sportivi completamente spesata dalla ditta.Dalla sua mamma di origine francese ha ereditato la passione per la cucina, in particolare di dolci e questo, in qualche modo, le salverà la vita.

Maddy perderà il lavoro che probabilmente le avrebbe fatto fare carriera e guadagnare molti soldi, ma così avrà la possibilità di diventare davvero quella che vuole essere: creare “Zucchero e Cannella” che non è solo una pasticceria o una sala da tea ma uno stile di vita.
Come per i dolci, anche la felicità ha la sua ricetta.Ognuno, secondo Maddy, è un dolce diverso in base alla propria personalità e l’uomo perfetto o, meglio, quello giusto è una torta al cioccolato, anzi la torta al cioccolato.

Ogni aroma è una sensazione o un ricordo. Preparare dolci è terapeutico e lei ne ha bisogno; infatti ci insegna che essere positivi è importante ma le conquiste si ottengono lottando ogni giorno non solo con il mondo esterno ma, soprattutto, con quello dentro di noi.
Si innamorerà però questa relazione non sarà facile ma sofferta perché, anche se esistono i colpi di fulmine, un rapporto si costruisce giorno dopo giorno.Quello che colpisce di più in questo libro non è stata tanto la storia d’amore che comunque ti tiene in attesa fino alla fine, quanto piuttosto il calore del forno e un profumo e un aroma diverso che ti avvolge ad ogni pagina: il cioccolato, il cocco, la cannella, il limone, la noce moscata ….

Panthy, che ha recensito il libro,  non ha resistito a provare  un paio di ricette tra quelle presenti nel romanzo e non le sono venute niente male soprattutto perché , dice, ha riprovato a livello olfattivo le stesse sensazioni provate mentre lo leggeva.
E paragonandosi ad un dolce,  pensa di  essere una cheesecake al limone.
E voi? Cosa siete? Leggete il libro e lo scoprirete!









 
 
 
 
 
Per finire vi faccio vedere questa meraviglia: la mia Dipladenia a fiore doppio.
Non potete immaginare...o forse si... la fatica che faccio a tenerla lontano dal giardiniere che la odia in modo particolare perchè lascia un fastidioso liquido lattoso quando lui cerca di accorciarla visto che è una rampicante.
 






















E su tutto ecco Jackie che guarda annoiata dal divano i due scemi che stanno urlando gol...

Ti abbraccio mari...

martedì 26 giugno 2012

sal e tovaglietta

Come promesso, da brava ragassssa, ecco qui il ricamo del Sal d'Estate...finito e pronto per essere stirato e messo in cornice assieme al suo gemello di Primavera.

Sono andata avanti anche con la tovaglietta del tutorial di Claudia
Sto facendo questi fiori stilizzati a Punto Reale e cotone ritorto rosa e bianco n.8.
Sembra facile a vederli così...ma non lo è per niente. Devi stare attenta alla tensione, agli incroci, agli spazi...ma dopo aver disfato un decina di volte, adesso mi sento soddisfatta del risultato. Devo terminare il fiore rosa e farne un altro di bianco e poi sarà la volta della farfalla.
Ricamare i punti classici mi piace sempre di più e sto trascurando un pochino il punto croce...ma riprenderò in mano i lavori lasciati a metà.
Vabbè...prometto di rimettermi in pari al più presto....forse...

Adesso che la connessione oscilla tra i 6 e i 7 mega....il pc fa i capricci. Forse si è offeso perchè mi frulla l'idea di cambiarlo e allora mi fa i dispetti: non mi lascia scaricare la posta, va in stand by da solo...
Anche adesso (siamo quasi l'una di notte) si rifiuta di lasciarmi leggere la posta e pando. Proverò a girare l'ostacolo ed entrare attraverso virgilio e non outlook, ma è furbo da sembrare animato da un cervello femminile e dispettoso come il mio.

E allora, prima di chiudere e andare a letto vi racconto l'ultima di stamattina col giardiniere.
Ha bisogno che il fabbro gli faccia una piastrella 50x50 di ferro ...sono gia due volte che ci va e torna indietro abbacchiato perchè trova  sempre chiuso... 
Stamattina mi chiede di andare con lui...magari con te abbiamo fortuna e lo troviamo mi fa.
Arriviamo nella zona industriale dove questo benedetto fabbro Otello ha l'officina e lo vedo un poco incerto, ma poi imbocca la via giusta e quindi rimango zitta. 
Fa qualche metro e poi si ferma..."Ecco - dice- anche stamattina è fuori perchè è tutto chiuso".
Lo guardo ormai rassegnata e gli chiedo: - Ma tu le altre due volte sei sempre venuto qui a cercarlo?
- Si, perchè? - mi risponde
- Perchè  ti sei fermato davanti al magazzino delle pompe funebri...il fabbro è più avanti di cinque stabili.

Ha riacceso la macchina, siamo andati avanti altri 200 metri e abbiamo trovato il fabbro che stava lavorando tranquillo e beato.
E poi dice che mi arrabbio sempre e che sono nervosa....chissà perchè.

sabato 23 giugno 2012

ciliegie e vampiri

Ho terminato anche le ciliegie.
Ieri sera ho fatto alcune prove per imparare come si deve il punto Rodi e alla fine ero abbastanza soddisfatta del risultato. E così ho ricamato la foglia...
Adesso mi manca il quarto ricamo ( la lavanda) per completare il secondo quadrato e assemblare un altro cuscino. Stavolta vorrei fare tutto intorno un bel punto a giorno, ho gia iniziato la sfilatura ...vediamo come mi ispira una volta finito.


 


E da brava giovane marmotta...sono quasi alla fine del sal, come avevo promesso ieri.
 Oggi nel pomeriggio mi sono seduta fuori e in pratica ho finito tutto...mi manca qualche fiorellino e domani è pronto anche questo.
Sopra ho scritto giovane marmotta...oddio...
giovane mica tanto e marmotta nemmeno...devo trovare qualcosa di adatto più adatto a me...
                                                                 
                                                                          balena spiaggiata?













elefantessa mnemonica?




                       coccodrilla rancorosa?

Ci penserò.










Adesso mi metto a letto con un bel libro di vampiri e mutaforma che lavorano in un ospedale alieno...una cosina leggerina leggerina che concilia il sonno...ma donne chi è che non vorrebbe due vampiri così??? Mi rompo un dito al giorno per farmi curare!
Ho in mano anche un altro libro in questo momento...Sua Santità di Gianluigi Nuzzi.
I segreti del Vaticano....carte e segrete inedite e private che svelano intrighi di potere, corruzione e intrecci tra il governo italiano e la Chiesa.
E' impressionante e onestamente ...viene da dare di stomaco.
Non voglio andare oltre, sono idee mie personali e mi fermo qui.
Ma più vado avanti e più preferisco i vampiri.




venerdì 22 giugno 2012

il caro ersilio

Eccomi qui...
oggi finalmente con Ersilio ...non Tonini il cardinale, ma ersilio tecnico telecom con un riporto da far impallidire i morti  e una tartaglia imbarazzante...
ho una linea decente e non ballerina anche se per questo ho eliminato la HomeTv di Alice e Mediaset.
Non che le usassi poi tanto...erano ormai una spesa superflua, perchè i figli hanno la loro scheda sulla tv e anche il giardiniere in camera sua e io ho quei tre o quattro canali con temi non proprio da paytv ...(Chi l'ha visto, Quarto grado, Mistero, Quark... e i miei cd di vecchi film e sceneggiati).
Adesso il segnale naviga sui 6 mega....
spero ardentemente che la cosa si sia risolta una volta per tutte almeno su questo problema. Per le scariche durante la conversazione invece siamo a buon punto ma non sono del tutto sparite...ma qui ersilio non mette cacciavite e aspetto un altro tecnico.
Dopo avervi aggiornato sui miei guai telefonici, vi aggiorno su quelli del giardiniere che non mi fa mancare mai il suo supporto morale e materiale.
Ha preparato il suo miscuglio micidiale per i pidocchini delle piante...aglio e peperoncino lasciati a macerareper un paio di giorni. Non so cosa ha fatto di preciso, se ha abbondato con l'uno o l'altro ingrediente o ha aggiunto un'altra cosa che ha sentito alla tele detta dal suo guru Luca Sardella! Io avevo visto che aveva scritto qualcosa in fretta l'altro giorno ma non sono riuscita a placcarlo prima che uscisse...mi sembrava che sardella e la sua morosa avessero parlato di rame bagnabile e olio bianco...
Fatto sta che ieri mattina ha spruzzato dapperttutto e da ieri mattina sul prato cadono...uccelli.
Si avete letto bene: uccelli....uccellini per la precisione.
Che io raccolgo con i guanti per non contaminarli con l'odore delle mie mani e li rimetto (quando vedo il nido....ma siccome sono nell'ulivo e nella quercia sono bassi e visibili per fortuna)-
Anche qui i casi sono due: o mio è capitata una nidiata particolarmente imbranata e appena cercano di volare cadono come peri...oppure l'odore del peperoncino li nausea e li fa tentare il suicidio.
Stamattina dopo l'ennesimo salvataggio, ho preso la canna e ho lavato i due alberi  e il risultato è che al momento (sono le 17 adesso) ...
uccelli caduti  0 , marina 1.

e mi aspetto anche il solito commento idiota che arriverà dal solito commentatore idiota....
Con profonda vergogna ammetto di non essere riuscita a finire il sal d'estate...conto e giuro di farlo nel fine settimana e poi metto tutte le  foto che mi avete mandato.
Non me ne sono scordata sapete...è che questo adsl mi ha fatto diventare isterica e senza contare la linea telefonica...chiamare era un'impresa!
Siete state bravissime e vi ringrazio tutte tutte dal profondo del cuore per questa bella avventura iniziata col sal di Primavera e finita adesso col sal d'Estate. Grazie ancora!
Per quanto riguarda il sal di cui mi parlavi Lucia...non mi piace proprio il disegno, ma ti spiegherò in privato meglio.

Ecco intanto i nuovi ricami della striscia di Claudia...ho terminato la rosa e sono a buon punto con le ciliegie. Stasera mentre mi "occhieggio" la partita faccio la foglia a punto rodi.


 

E finalmente....il primo dei cinque cuscinetti in cui applico questi ricami.



Avrei voluto mettere un bordo intorno al lino, ma mariuccia li vuole così e quindi mi adeguo...ma mi rifaccio su mari ...lei non immagina come...
trema mari!!!!! Mi sfogo con te con pizzi e merletti!


Non voglio farvi mancare anche l'emozione di vedere un pazzo...malgrado abbia di tutto e di più per il giardino e continui a comprare...questo è lo stratagemma usato adesso per innaffiare il prato.
Non l'ho fotografato intero per decenza... e perchè lo stavo controllando visto che era vicino all'aiuola.

E la mia nuova orchidea? Aveva fiorito questo inverno e adesso ha rifatto questi meravigliosi fiori mentre la giallina a fianco continua a fare fiori nuovi...non mi era mai successo una ripetuta fioritura come questa.
 




Quest'anno finalmente sono riuscita a far fiorire i piselli odorosi...il giardiniere tenuto sotto stretto controllo non me li ha più estirpati pensando che fosse erbaccia ...














e nemmeno la campanula e le more... anche se ho dovuto proteggerle in questa maniera.


















A dopo donne...accetto commenti e critiche per il sal e perdonate la mia "pigraggine".
Ah...se a qualcuno piace il Commissario Montalbano, leggete l'ultimo libro che è uscito in questo periodo : Una lama di luce.

Bello...un poco ostico nella lettura perchè si sa Camilleri per il suo commissario usa il siciliano mischiato all'italiano, ma a me è piaciuto.
un abbraccio forte a tutte !
marina

giovedì 21 giugno 2012

mercoledì 20 giugno 2012

una goccia...un mare

Aderisco all'iniziativa che ho letto sul blog il Telaio.
Una goccia è una piccola cosa se presa da sola, ma unita a tante altre può inverdire anche un deserto.

domenica 17 giugno 2012

normalità...ti aspettavo

E' tornato il prurito...non so se sia perchè il giardiniere ha potato il gelsomino, ma stanotte credevo di avere le formiche che mi passeggiavano sul corpo. Sono riuscita a resistere fino alle sei e poi sotto la doccia, crema e antistaminico...
Verso le otto l'orrenda scoperta...invece di mettermi il balsamo nei capelli perchè hanno ancora abbastanza permanente da farmi sembrare un porcospino mi sono messa la crema anticellulite...stesso grosso barattolo...stessa gelatinosa consistenza...più profumata però.
Ecco, mi sono detta...sono tornata alla normalità.
Altra doccia...che non fa mai male ....e capelli felici di aver perso un po' di quell'antiestetica cellulite!
Poi...il signore abbia pietà...ho scoperto nella macchina fotografica del giardiniere, il tasto macro e ...sto fotografando anche le formiche. Giro per il giardino e sembro Holmes ..solo che invece della lente io ho la macchina fotografica.


Ormai persa nelle mie psichedeliche foto ho beccato una coltivazione di quadrifogli e alcuni cinquefogli (si dice così?) nel vaso dove il giardiniere ha piantato anni fa un viburno.
Non è che averne così tanti faccia l'effetto contrario?





...e l'avanzamento della rosa ...nel pomeriggio mi disegno anche le ciliegie e magari riesco anche a finire questo sal. Del mio...vergogna sopra ogni limite...devo ancora mettere due punti ! E meno male che lo avevo organizzato io!
Ma rimedio, lo giuro, prima del 21 giugno...spero almeno.



Buona domenica a tutte...la mia è un po' riposante quanto lo può essere una sorella in ferie, una figlia che torna dalla spiaggia e un giardiniere con le cesoie in mano da stamattina.

sabato 16 giugno 2012

ricomincia l'avventura del signor...giardiniere

Ricomincia l'avventura del signor Bonaventura, raccontava una volta il Corriere dei Piccoli...
oggi invece ricomincio l'avventura del giardiniere e dei frutti dell'orto, che in questo periodo stanno crescendo molto bene.
Essendo a casa adesso ha la possibilità e il tempo di seguire l'orto in maniera ottimale e i risultati si vedono.
Prima di tutto perchè sono andata con lui a prendere le piantine e non ha comperato quelle da esperimento che mangiano i nani come fece l'anno passato e poi sono riuscita poi a mettergli in testa che deve bagnare un poco di più la terra ...non farne una palude ma nemmeno che si vedano i lombrichi che escono con il cartello " acqua, please!"

Quello che invece non cambia  è il suo dolore per la raccolta...non c'è verso.
E quindi stamattina sono uscita mentre era andato a comperare il pane e ho fatto io...questo è il risultato: zucchine, fagiolini, basilico e qualche pomodoro. Tagliati e non rottti come vuole lui...e con la preghiera di ringraziamento.


Quando è tornato...la fatidica domanda: " Sei sicura che fossero pronti?"
Pronti a che, grandissimo figlio di giardiniere???
O raccogli le cose o aspetti che ti arrivi telePadova a filmare i fagiolini che si staccano dalla pianta e in fila per due vengono in cucina da soli, col picchetto d'onore delle zucchine davanti e dei pomodori dietro.
Perchè non è che non li mangi poi...se li sbafa senza problemi o paturnie o sensi di colpa...
Abbiamo il basilico che sembra modificato geneticamente da quanto rigoglioso è, i pomodori presi gia grandi che hanno iniziato a farmi fare qualche piccolo sugo, zucchine tonde che crescono in vaso (questo è un esperimento che gli ho lasciato fare sennò gli toglievo tutto il divertimento), cetrioli che fra qualche giorno se continua il caldo saranno deliziosi nelle insalatone ...e io invece di prenderli dovrei andare da ognuna di queste piante e chiedere: " che è pronta signora melanzana? E lei signor peperone cosa pensa di fare?
Pazzoide mille volte...ma per fortuna non gli do retta e  lo minaccio di mandarlo dalla signora dei papaveri...
Complice il Giro d'Italia...lo so che state pensando che è gia finito...ma l'andazzo e i tempi del giardiniere sono questi....complice il giro stavo dicendo, gli è venuta la voglia di andare in bicicletta. Presi calzoncini, borraccia, occhiali e maglietta, ha deciso di fare delle passeggiate la mattina . Si è addirittura fatto mettere su il contachilometri col sensore o che cavolo è non so...(30 euro col kit per non forare)...
non voglio dirvi quanti ne ha fatti...mi vergogno io: .....5,8 chilometri!
Mi sembra che tra poco inizi il Tour e poi so che c'è la Vuelta...magari ne aggiunge altrettanti.
A volte non ho neanche il tempo di fermarmi e di tirare il fiato o di pensare troppo...forse è meglio così, aiuta a buttare via i cattivi pensieri e le delusioni.
Ogni tanto qualche scossa ti ricorda quanto poco siamo ... ultimamente sono diminuite e non le sento quasi più...o forse si sta facendo l'abitudine anche a questo.
Ma non mi piace fare l'abitudine alle cose...fa così male quando ci si ferma all'improvviso per qualche motivo.
Ho sempre la signora dei papaveri però.
E continuo a ricameggiare....prendo in mano, metto giù, riprendo...
Ho imbastito finalmente il primo cuscino con i motivi del sal di Claudia...mia sorella mi odiava ormai...domani apro la macchina da cucire e lo termino e così accorcio anche i pantaloni al cc...li ho fermi da due mesi e anche lui era arrivato alla rassegnazione...ma ho i miei tempi!

Ho iniziato anche il secondo gruppo di ricami per un altro cuscino...mughetti e rosa...ciliegie e lavanda...
ecco qui intanto dove sono arrivata




E questa è la mucca finita, lavata ma non stirata perchè mia sorella aveva troppa fretta di portarsela su...semplicissima e superfacilissima...ma rallegra un anonimo canovaccio
E del mio convolvolo che ne pensate? Devo proteggerlo dal giardiniere perchè lo tronca come faceva col glicine...la scusa è che se i getti vanno troppo vicino al muro...si scottano.
A volte mi chiedo dove li trova certi argomenti.
Nel pomeriggio gli faccio mettere i guanti di ferro e mi faccio fare le piantine grasse per Anna...qualche giorno per vedere se radicano e poi le metto in viaggio.
In realtà è una scusa per mandarlo via un poco perchè lui odia le piante grasse...